Comunicato Congiunto F.E.I. e UNERBE agli Erboristi: MOBILITAZIONE NAZIONALE DEGLI ERBORISTI!

IL TUO LAVORO E’ IN PERICOLO!

LA LEGGE CHE ISTITUISCE LA FIGURA PROFESSIONALE DELL’ERBORISTA
RISCHIA DI ESSERE ABROGATA: DIFENDIAMOLA!

La Conferenza Stato – Regioni, a seguito della richiesta del Ministero delle politiche agricole,
alimentari e forestali sollecitata da FIPPO (Federazione Italiana Produttori Piante Officinali)
congiuntamente alle Regioni, ha ratificato l’abrogazione prima e la modifica poi della Legge n.99
del 1931 che istituisce la nostra figura professionale, delegando al Governo l’attuazione della
delibera per decreto, senza la preventiva condivisione con le associazioni di categoria
rappresentative degli Erboristi: F.E.I. ed UNERBE.

Dopo decenni che gli erboristi si battono per avere una normativa che tenga conto delle maggiori
competenze acquisite grazie al corso di laurea in Scienze e Tecniche Erboristiche si decide di
intervenire per decreto sulla legge vigente senza il coinvolgimento dei diretti interessati.

E’ un metodo inaccettabile che mette a rischio il nostro lavoro e l’esistenza della nostra stessa
figura professionale.
Inoltre si vanifica la possibilità per chi da anni lavora in erboristeria senza il titolo legale di poter
rientrare, attraverso le norme transitorie delle proposte di legge presentate anche in questa
legislatura, alla Camera dei Deputati e al Senato, nella prevista sanatoria.

Le Associazioni nazionali di Categoria, F.E.I. ed UNERBE, in modo unitario si sono attivate a
livello istituzionale, hanno inviato alle autorità parlamentari una lettera di protesta in cui contestano
questo modo di agire ritenuto irregolare e lesivo nei confronti della nostra categoria.
Hanno quindi richiesto formalmente di essere convocati presso gli uffici competenti del Ministero
delle Politiche agricole ed al Governo di non procedere per decreto all’abrogazione o modifica della
legge n.99 del 1931.

Abolire tale legge significherebbe abolire con essa anche la figura professionale dell’erborista e
tutte le sue competenze.

Per sostenere l’azione istituzionale e renderla più incisiva è indispensabile una mobilitazione
unitaria a livello nazionale della categoria, sia degli iscritti delle Associazioni nazionali, sia dei
colleghi non iscritti anche non in possesso del titolo statale.

E’ importante agire in modo unitario al fine di essere ascoltati a livello istituzionale per impedire
che si concretizzi l’obiettivo richiesto in particolare dalle associazioni agricole che vedono
l’erborista come un vincolo alle loro attività nel tentativo di appropriarsi delle nostre competenze
senza alcuna garanzia per il cittadino.

Le nostre richieste verranno ascoltate quanto più saremo capaci di far sentire la nostra voce in modo
unitario.
Invitiamo quindi tutti gli erboristi ad una partecipazione attiva alla mobilitazione per la tutela dei
nostri interessi che collimano con quelli dei cittadini che si rivolgono all’erborista e
all’erboristeria con fiducia e soddisfazione e che vogliono poter continuare a farlo certi di essere
assistiti da personale qualificato.

Coinvolgiamo attivamente anche la nostra clientela a sostenere la campagna nazionale in difesa
della Legge del ’31 e della nostra figura professionale.

Ricordiamoci e ricordiamo a tutti che senza l’erborista non può esserci neppure l’erboristeria!

Invitiamo quindi a firmare e a far firmare la petizione on line per fermare l’abolizione della legge
n.99 del 6 gennaio 1931 ai siti:

www.feierboristi.org  
www.unerbe.it
http://firmiamo.it/giu-le-mani-dall-erboristeria#salvalerborista

e ad inviare e far inviare al Presidente del Consiglio via twitter o facebook il messaggio:

le erbe officinali non sono rape #salvalerborista

Per supportare la campagna vi invitiamo a scaricare e stampare i files della locandina da affiggere
in erboristeria e dei “memo” da ritagliare e consegnare ai propri clienti come promemoria per
firmare la petizione, presenti sui siti:

www.feierboristi.org  e www.unerbe.it  

Quello che la nostra categoria sta subendo è un attacco senza precedenti alla nostra professione e
alle nostre competenze è importante quindi un’opposizione unitaria in grado di respingere, come è
già avvenuto in passato questo attacco irresponsabile.

Anche questa volta il nostro futuro ed il futuro dell’erboristeria è nelle nostre mani:
insieme possiamo farcela!

http://www.feierboristi.org/fei/wp-content/uploads/Comunicato-congiunto-FEI-UNERBE.pdf

http://www.feierboristi.org/fei/wp-content/uploads/Biglietti-memo-salvalerborista.pdf

http://www.feierboristi.org/fei/wp-content/uploads/Petizione-salvalerborista.pdf

 

Volantino Salva l'Erborista

#salvalerborista

Il tentativo di abolire la figura dell’Erborista, messo in atto da una parte delle lobby industriali che mirano a rendere meno controllati i rimedi Erboristici attraverso l’abrogazione della Legge 99/1931, che attualmente regola il settore, é una azione grave di impoverimento culturale e professionale che avrà conseguenze dannose soprattutto sulla tutela della qualità di tali rimedi, lasciati in mano al solo spregiudicato interesse economico dei potenti gruppi del settore, a danno della salute di tutti. PER TUTELARCI TUTTI INSIEME TI CHIEDO DI FIRMARE A FAVORE DI QUESTA PETIZIONE:
http://firmiamo.it/giu-le-mani-dall-erboristeria
Istruzioni per votare la petizione: non è sufficiente cliccare “firma la petizione”, ma è necessario compilare anche i campi “nome”, “cognome”, “cap” e “email”, (bastano questi) poi vi arriverà una email con un link da cliccare per convalidare la firma (altrimenti chiunque potrebbe spacciarsi per voi). A questo punto la firma sarà valida.

ATTENZIONE: ERRORI nelle FIRME per la PETIZIONE! #salvalerborista

ATTENZIONE: molte delle firme non sono state registrate a causa di errori nella procedura degli utenti seguita al’atto della “firma”.

RIENTRATE nella pagina http://firmiamo.it/giu-le-mani-dall-erboristeria: se IN ALTO A DESTRA, sotto il vostro nome NON vedete una  “V” verde con la dicitura ” petizione firmata, significa che LA FIRMA NON E’ STATA REGISTRATA!

ISTRUZIONI PER FIRMARE CORRETTAMENTE LA PETIZIONE:
alcuni cliccano solo “firma la petizione” senza compilare i campi sopra, la firma così data non viene registrata.
Dovete compilare i campi richiesti, il n.ro di cellulare non è necessario,  con nome cognome cap e email, bastano questi, poi vi arriverà alla mail indicata un link da cliccare per convalidare la firma (altrimenti chiunque potrebbe firmare per voi).
A questo punto avete finito, la firma è valida.
Inoltre se volete controllare di aver effettivamente firmato potrete tornare nella pagina e vedrete la scritta “Petizione Firmata” e il numero del contatore che aumenta di un’unità.
http://firmiamo.it/giu-le-mani-dall-erboristeria
oppure su:
http://www.feierboristi.org
 
 Se vuoi davvero dare una mano a questa causa e provare a fare la differenza, ora sai come fare😉
http://firmiamo.it/giu-le-mani-dall-erboristeria

#salvalerborista

DIFFONDETE!

grazie

GIU’ LE MANI DALL’ERBORISTERIA!!! FIRMA LA PETIZIONE

FERMIAMO L’ABOLIZIONE DELLA LEGGE DEL ’31 FIRMA E FAI FIRMARE LA PETIZIONE ON LINE.
HASHTAG #salvalerborista PER SENSIBILIZZARE LE MASSE. SCARICA L’A4 DA STAMPARE E FATTI UNA FOTO DA CONDIVIDERE SUI SOCIAL

Per chi ci segue da tempo, sa che la FEI si sta battendo attivamente contro l’abolizione della legge del ’31 che mozzerebbe la professionalità degli erboristi e le possibilità di una professione riconosciuta. Già in precedenza avevamo avvisato, visto come si stanno muovendo le istituzioni, che avremmo dovuto compiere azioni concrete con il vostro appoggio.

Invitiamo quindi la categoria ad essere pronta ad affrontare una mobilitazione in difesa della legge del ’31 qualora ciò si rendesse necessario nei tempi e nei modi che verranno indicati.
Oggi parte la nostra “CHIAMATA ALLE ARMI” e partiamo con una petizione on line per smuovere le attenzioni del Governo Renzi a salvaguardare l’esistenza di una professione ed una professionalità che rappresenta un’eccellenza dell’italia, L’ERBORISTA. Una figura, dedita allo studio ed al controllo dell’intera filiera produttiva delle piante officinali per tutelare la nostra salute.

“La Federazione Erboristi Italiani invita tutti gli erboristi, gli studenti e i laureati in Tecniche Erboristiche e tutti i cittadini che hanno a cuore la qualità della Filiera delle Piante Officinali a firmare questo appello on line indirizzato al Ministro delle Politiche Agricole Martina e al Ministro della Salute Lorenzin:
Giù le mani dall’erboristeria!
L’Erborista è la figura di garanzia per tutta la filiera delle piante officinali, MA è stato approvato il Piano di Settore in cui il Ministero delle Politiche agricole e le Regioni chiedono l’abrogazione della legge sull’erboristeria su sollecitazione delle associazioni agricole che vedono l’Erborista come un limite alla loro attività.
Un altro colpo di grazia ad un patrimonio culturale e scientifico italiano.
L’omologazione della coltivazione delle piante officinali a una qualsiasi pratica agricola distrugge la qualità e mina la sicurezza delle materie prime e dei loro derivati.

Gli erboristi non possono permetterlo.
I cittadini nemmeno.

cliccate sul seguente link per firmare
http://firmiamo.it/giu-le-mani-dall-erboristeria

Firma con noi per fermare questo attacco al cuore dell’erboristeria e degli erboristi.
Federazione Erboristi Italiani”

Con l’hashtag #salvalerborista cerchiamo di smuovere le masse e facciamo firmare a più persone possibile la nostra petizione per evitare l’estinzione di una figura professionale ed altamente specifica come la nostra.

Se non agisci oggi, domani potresti non servire più e dover chiudere l’attività. Ti senti di rischiare?

Firmate e fate firmare a più persone possibile questa petizione per salvare il futuro dell’erboristeria. Solo smuovendo i canali sociali potremo avere un riscontro reale, visto che le istituzioni ed i canali ufficiali, di questo non parlano.

QUI il volantino da stampare e diffondere per sensibilizzare clienti, amici, parenti…

VI Forum Nazionale FEI – presso il “Giardino delle Erbe” di Casola Valsenio

  Erborista: una professione in evoluzione

Seminari in aula ed erborizzazioni guidate.
Dopo il grande successo del V Forum FEI del 9 aprile scorso, all’Orto Botanico di Roma, con la presenza di circa 130 persone. la FEI propone il VI Forum Nazionale, rivolto agli erboristi in attività, agli studenti e ai laureati in Scienze e Tecniche Erboristiche.
ERBORISTA: una professione in evoluzione
In un giardino botanico ricco di storia, vero punto di riferimento per tutti gli Erboristi italiani.
Ai seminari in aula proposti da esperti del settore e docenti universitari si affiancheranno due visite guidate concernenti il riconoscimento delle specie erbacee spontanee e coltivate di interesse erboristico e fitoterapico con Sauro Biffi, direttore del Giardino delle Erbe, e un percorso di riconoscimento di piante spontanee medicinali lungo il torrente Senio, con il Prof. Ferruccio Poli, Presidente del CdL SFA – Tecniche Erboristiche di Imola.
Il Prof. Alberto Bianchi, dell’Università di Parma, terrà una relazione dal titolo: “Il Giardino delle Erbe di Casola Valsenio, un esempio di ricerca e didattica: Lavandula, “Regina delle aromatiche”.
Il Dott. Angelo Di Muzio, Presidente Nazionale FEI, e la Dott.ssa Rita Pecorari del Settore Tecnico . Regolatorio FEI, si alterneranno su argomenti di grande interesse per la professione di Erborista, legislazione, normativa, laboratori erboristici annessi alle attività di vendita e diverse altre tematiche, fino alla recente “Lista BELFRIT” , il nuovo elenco di piante utilizzabili negli integratori alimentari che tante perplessità sta sucitando nella categoria.
LA PARTECIPAZIONE E’ GRATUITA
MA E’ RICHIESTA LA SCHEDA DI ISCRIZIONE DA INVIARE ALLA FEI
Il pranzo è al sacco o nei ristoranti limitrofi
Saluti a tutti, vi aspettiamo numerosi
“FEI – erbe, scienza e tradizione”

Di seguito trovate la brochure:

1012903_486291214830334_7743126292877623660_n1510995_486291321496990_4876852655872344117_n1530439_486291554830300_5729077865195589007_n

FEI: PIANO DI SETTORE PIANTE OFFICINALI…abrogazione Legge del 1931?

Riportiamo il Comunicato FEI n. 215 del 01.05.2014

Oggetto: PIANO DI SETTORE PIANTE OFFICINALI

Ai Soci FEI
Ai colleghi Erboristi

Gentili colleghi,

in relazione al Piano di Settore delle Piante Officinali vi invio alcuni importanti documenti.

Nel messe di febbraio il Ministero delle Politiche agricole ci inviò la copia del Piano di settore (non condivisa dalla FEI) affermando che si trattava della copia inviata alla Conferenza Stato Regioni per la ratifica dell’accordo (doc.01). In seguito il 14 aprile ci ha inviato la copia, peraltro pubblicata sul sito dello stesso Ministero, scaturita dall’approvazione presso la conferenza Stato Regioni (doc.02). Ebbene tale copia è modificata rispetto a quella precedente. A pag. 30 di entrambe le copie si può leggere un ultimo punto aggiunto senza la preventiva condivisione con le Associazioni di categoria, in cui si chiede la delega al Governo per la modifica della legge del 1931. Ovviamente capite bene che questo arbitrario atto di forza è stato fatto in spregio di tutte le riunioni alle quali abbiamo partecipato e dopo le tante rassicurazioni (a parole del funzionario incaricato). La FEI non si è mai fidata di queste rassicurazioni e per questi motivi ha sempre manifestato il proprio dissenso a questo tipo di provvedimento.

Alleghiamo il testo che stiamo diffondendo attraverso i social network. Vi terremo costantemente informati sui tempi e i modi per l’ormai indispensabile mobilitazione del settore.
vi invitiamo inoltre a monitorare regolarmente il sito http://www.feierboristi.org , le pagine Facebook – Federazione Erboristi Italiani e Presidenza FEI.

TRISTE 1° MAGGIO PER GLI ERBORISTI ITALIANI.
Il Ministero delle Politiche agricole e le Regioni chiedono l’abrogazione della legge del 1931.
Questo è il risultato dell’azione promossa dalla FIPPO.
Questo è il vero intento del Piano di Settore della filiera delle Piante Officinali approvato dalla Conferenza Stato Regioni. E’ ora evidente a tutti quello che la FEI ha sempre denunciato.
– A rischio la qualità delle Piante Officinali.
– A rischio la professione di Erborista.
– Perdita secca di posti di lavoro per i laureati interessati alla coltivazione delle Piante officinali.
ORA LA SITUAZIONE E’ CHIARA SI VUOLE ABROGARE LA LEGGE DEL ’31 SENZA PASSARE ATTRAVERSO UN CONFRONTO PARLAMENTARE.
SIGNORI DELLA FIPPO DOPO QUESTO VERGONOSO ATTO FINALIZZATO A TUTELARE ESCLUSIVAMENTE I VOSTRI INTERESSI NON VERRETE CERTO A CHIEDERCI DI ACQUISTARE LE VOSTRE ERBE!

In allegato il testo dell’accordo Stato – Regioni in cui il rappresentante del Ministero e le Regioni hanno chiesto l’abrogazione della legge del 1931 con il forte attacco alla nostra categoria.

Vi terremo costantemente informati.

Saluti a tutti

Dott. A. Di Muzio
Presidente FEI
Confcommercio Imprese per l’Italia

Allegati:

01 Piano di Settore inviato 25.2.14 approvato il 20.02.14

02 Piano settore P.O. inviato 14.4.14

03 Accordo DOC_043467_43 CSR PUNTO 9 ODG

 

V FORUM Nazionale FEI e Settore FEI Produzione – ROMA 9 Aprile 2014

presso l’Orto Botanico di Roma

SI INVITANO A PARTECIPARE I COLLEGHI ERBORISTI
E GLI STUDENTI E LAUREATI IN TECNICHE ERBORISTICHE

La partecipazione per i Soci FEI, Erboristerie o Studenti e Laureati in Tecniche Erboristiche in regola con l’iscrizione FEI per il 2014 è  gratuita.
Si richiede esclusivamente la compilazione della scheda di adesione per motivi organizzativi.

Gli Studenti e Laureati in T.E. iscrivendosi alla FEI in questa occasione potranno partecipare gratuitamente al Forum se richiesto, i laureati, potranno aderire gratuitamente al Registro Nazionale Erboristi Professionisti.

Per gli Studenti e Laureati in T.E. si tratta di un’occasione importante per essere proiettati nel mondo applicativo del lavoro e della ricerca.

Per iniziare a conoscere e verificare le molteplici problematiche del settore anche dal punto di vista della produzione e i loro riflessi sul settore della distribuzione.

Un momento di conoscenza e crescita professionale attraverso l’esposizione di problematiche attuali e complesse, un modo diverso, ma integrato di intendere la professione di erborista e le sue potenzialità lavorative.

VI ASPETTIAMO IL 9 APRILE A ROMA

Federazione Erboristi Italiani
Presidenza Nazionale

LINKS UTILI:
IL PROGRAMMA
PER L’ISCRIZIONE

Blog Conels.

 


I Coordinatori del CONELS

e-mail: conelserboristi@yahoo.it
oppure: t.erboristiche@yahoo.it

Inserisci la tua email per seguire il e ricevere gli aggiornamenti via email.

Segui assieme ad altri 84 follower

PHOTOGALLERY

Altre foto

CALENDARIO

dicembre: 2016
L M M G V S D
« Lug    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031